Lesioni cartilaginee e artrosi del ginocchio

Cos’è la cartilagine?

È la superficie di rivestimento dei capi articolari (tibia-femore e rotula).

Qual è la sua funzione?

Migliorare lo scorrimento e ridurre le sollecitazioni che gravano sui capi articolari nelle attività.

Come si può danneggiare od usurare la cartilagine?

Il danno può essere “acuto” per un trauma, anche correlato ad altri danni o lesioni articolari come quelle dei menischi e legamenti o nella lussazione della rotula o cronico per usura progressiva legato alle sollecitazioni eccessive da microtraumi con carichi gravosi ed attività sportive.

Quali sono i fattori favorenti dell’usura cartilaginea?

I fattori favorenti sono correlati alle sollecitazioni che arrivano direttamente all’articolazione quindi un asse meccanico del ginocchio alterato con sovraccarico preferenziale di un compartimento, una lassità legamentosa non corretta con un gioco articolare maggiorato, un'instabilità e scorrimento con “attrito” della rotula costituiscono sicuramente un fattore che accelera l’usura, se questo si integra ad attività sportive e/o lavorative ad elevato carico/impatto articolare accelera questa usura.

Quali sono i sintomi di una lesione cartilaginea?

I sintomi non sono specifici: dolore, limitazione funzionale e della prestazione sportiva, gonfiore e versamento nel ginocchio in particolare dopo attività.

Come si diagnostica un lesione cartilaginea del ginocchio?

L’esame fondamentale è la RMN (risonanza magnetica) con variabili di affidabilità legate anche alla qualità definizione di immagine e modalità di esecuzione tecnica dell’esame. In linea generale l’affidabilità della Risonanza magnetica per le lesioni cartilaginee è decisamente inferiore a quella documentata per le lesioni dei menischi e dei legamenti.

L’ecografia ha una ridotta affidabilità.

L’esame radiografico non valuta la condizione cartilaginea, ma fornisce informazioni integrate per quello che riguarda l’allineamento del ginocchio, l’artrosi, la congruenza femoro-rotulea.

La diagnosi definita è sempre artroscopica e spesso le lesioni cartilaginee vengono repertate occasionalmente durante un intervento artroscopico eseguito per altre motivazioni principali (lesione di un menisco o di un legamento).

Come si tratta una lesione cartilaginea?

Il trattamento varia in rapporto alle condizioni funzionali del ginocchio, sede e profondità della lesione e livello di attività sportiva e lavorativa del paziente.

Se una lesione documentata strumentalmente (vedi RMN) ha un bassa sintomatologia e basso impatto sulla limitazione funzionale si può attuare un piano di trattamento conservativo con integratori (condroprotettori) terapia per via iniettiva con acido ialuronico e più innovativa con fattori di crescita PRP, terapia fisica per ridurre lo stato infiammatorio articolare e potenziale stimolazione tissutale, stimolazione biofisica della cartilagine.

Il trattamento conservativo trova il suo limite quando la la sintomatologia e limitazione funzionale non regredisce o quando viene direttamente diagnosticata una lesione a tutto spessore della cartilagine ed il paziente/atleta ha un livello di attività e richieste funzionali elevate.

Si può usare il Laser per trattare una lesione della cartilagine del ginocchio?

, se intendiamo come “laser” le radiofrequenze che ne rappresentano una forma di evoluzione e che permettono di trattare in modo soddisfacente le lesioni più superficiali della cartilagine del ginocchio.

Nel mio ginocchio hanno riscontrato artrosi: posso fare il trapianto della cartilagine?

Prima di porre indicazione per un trapianto di cartilagine del ginocchio è opportuno valutare la situazione in modo più complessivo: bisogna capire, in particolare, se l'artrosi è localizzata al ginocchio o diffusa e se esiste un mal allineamento.

Quali sono i trattamenti possibili per una lesione grave/profonda della cartilagine?

I trattamento di maggiore efficacia comprendono le microfratture, i trapianti/innesti osteocondrali, i trapianti cartilaginei e gli innesti di membrana biologica condroinduttiva.
(vedi: L.Osti. Salviamo la Cartilagine! Lesioni cartilaginee del ginocchio: prevenzione e trattamento Harward Medical Letter. Edizione Italiana 2011)