Lesioni della cuffia dei rotatori nel paziente over 60: vale la pena riparare?

Vale la pena riparare una lesione della cuffia dei rotatori in un pazienti di oltre 65 anni? Parliamone!

Il trattamento e riparazione artroscopica delle lesioni della cuffia nei pazienti di oltre 65 anni è stato oggetto di frequenti e controversie discussioni con detrattori che ritengono scarsamente efficace od inutile l’intervento in questa fascia di età.

La risposta deve essere cercata con approccio oggettivo e scientifico analizzando in modo accurato i pazienti operati a distanza di minimo 2 anni e valutando il riscontro del risultato sul loro grado di soddisfazione e miglioramento della qualità di vita.

Abbiamo condotto un analisi casistica 2 gruppi di pazienti sottoposti a riparazione artroscopica della cuffia:

  1. under 65 anni
  2. over 65 anni

L'analisi è stata eseguita con gli stessi criteri di valutazione non dal chirurgo operatore (Prof. Osti), ma da un esaminatore indipendente .

Risultati

96% di risultati soddisfacenti per il gruppo Over 65 anni e 98% per il gruppo under 65 anni.

Risultati comparabili sul miglioramento notevole e soddisfacente sulla qualità di vita.

Leggi l’abstract e gaurda il VIDEO!!!:

Osti L, Papalia R, Del Buono A, Denaro V, Maffulli N. Comparison of arthroscopic rotator cuff repair in healthy patients over and under

65 years of age.Knee Surg Sports Traumatol Arthrosc. 2010 Dec;18(12):1700-6.

We compared the outcomes of arthroscopically repaired rotator cuff tears in 28 patients older than 65 years (the over 65 group: median age 70 years) with a control group of 28 patients younger than 65 years (the under 65 group: median age 57 years). The groups were similar in regard to sex distribution, surgical technique, and post-operative rehabilitation programmes, but different in age.

After careful arthroscopic evaluation of the full-thickness rotator cuff tear, rotator cuff repair and biceps tenotomy were performed in all patients. Pre- and post-operatively, each patient was evaluated for range of motion, shoulder score (UCLA), and SF-36 self-administered questionnaire. Comparing pre- versus post-operative status at a minimum 24 months follow-up, forward elevation,internal and external rotation, modified UCLA rating system scores, and SF-36 scores improved significantly in both groups, with no significant difference between the groups. At the last follow-up, strength improved significantly in both groups, with non-significant intergroup difference. The Popeye sign was detected in 13/28 (46%) of the patients in the over 65 group and in 11/28 (39%) in the under 65 group (χ = 0.29) with non-significant difference between the two groups. In selected active patients older than 65, arthroscopic rotator cuff repair associated with biceps tenotomy (when necessary) can yield clinical and related quality of life outcomes similar to those of patients younger than 65 years.

Video di Paziente 69 aa a ca 3 anni da riparazione artroscopica della cuffia

Torre Spinotti, via Rigogolo (due tiri di 6° grado e poi 5° e 4°):

https://www.youtube.com/watch?v=2VNSy4JPmvc

Cima Grande di Lavaredo, spigolo Dibona (oltre 700 metri di arrampicata di 4° grado quasi continuo):

https://www.youtube.com/watch?v=NPf4ciy9deY

"Caro professore, mi pare siano passati tre anni dall’intervento alla spalla e, benché vada ormai per i 69, grazie a lei posso ancora arrampicare (naturalmente sempre con guida, perché alla mia età non mi sentirei di fare da primo di cordata).

Le invio due video di due recenti ascensioni: Torre Spinotti, nel gruppo del Coglians (Alpi Carniche), e Cima Grande di Lavaredo, nelle Dolomiti.

Credo che vederli possano dare soddisfazione anche a lei, come la danno a me.

Un cordiale saluto.

M.D.B."

Filmati